Luoghi e Città

Fotografia in Viaggio....le sensazioni, le suggestioni e le memorie di altri luoghi.

Grotta dello Smeraldo

Scoperta nel 1932 da un pescatore locale, la Grotta dello Smeraldo di Conca de' Marini deve il suo nome alla particolare colorazione assunta dall'acqua

che riflette la luce che filtra dalle rocce di quel tratto di Costiera Amalfitana, creando effetti cromatici dalle strabilianti sfumature: dal blu cobalto, al turchese al verde smeraldo.  La Grotta dello Smeraldo, che nell'antichità non era invasa dall'acqua, è larga circa 30 metri per 60 e alta 24 metri nei punti più alti, ed è ricca di colonne, stalattiti e stalagmiti dalle forme bizzarre, che creano un ambiente incantato.

ozio_gallery_nano


Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.